Il “made in Italy” era greco: stop in porto a 63 tonnellate di pasta

C’è il tricolore sul pacco di pasta prodotta in Grecia: stop alla dogana per tre tir diretti nel Nord Italia. Sarebbero finite presto sugli scaffali dei supermercati italiani, le 63 tonnellate di pasta assortita di una nota marca italiana che possiede anche uno stabilimento nel paese ellenico. Niente lo vieta ma le norme che tutelano i consumatori e il Made in Italy colpiscono anche i casi di “pubblicità ingannevole”.

Così, agli uomini della Guardia di Finanza e della Dogana, è bastato un simbolo tricolore e la scritta “n° 1 in Italia” sulla confezione per far scattare nei giorni scorsi il sequestro amministrativo. Anche se sulla scatola veniva indicato lo stabilimento di produzione in Grecia. La merce era sbarcata dall’Hellenic Spirit ed era diretta in alcuni distributori. Da lì sarebbe poi entrata nella rete commerciale italiana. Ora invece si trova nei magazzini del porto di Ancona.

La stessa azienda era incappata in un altro sequestro a luglio. Quasi per beffa, un paio di giorni dopo la manifestazione di Coldiretti per la tutela dei prodotti italiani. In quel caso l’“espediente” contestato era stato quello di inserire, per informazioni ai clienti, l’url di un sito internet contenente la dicitura “made in Italy”. In quel caso si trattò di un sequestro di natura penale. Proprio Coldiretti ha commentato l’operazione dorica contro «la scandalosa importazione di pasta proveniente dalla Grecia che mette a rischio l’immagine agroalimentare nazionale in tutto il mondo e danneggia consumatori e agricoltori che vedono sottopagato il loro grano».

Appena 22 centesimi per ogni chilo di grano duro, stima l’associazione mentre definisce la contraffazione «il vero ostacolo alla crescita economica del settore agricolo e dell’intero Paese».

Informazioni su marcocatalani

giornalista
Questa voce è stata pubblicata in cucina. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...