La “rossa” di Colfiorito, patata igp

Ok della Regione Marche al riconoscimento dell’Indicazione geografica protetta (Igp) per la Patata di Colfiorito. A darne notizia è la Coldiretti Macerata che sottolinea come la coltivazione di questo prodotto di qualità interessi i quattro comuni di Camerino, Serravalle del Chienti, Muccia e Montecavallo

Nota per la sua capacità di adattarsi ai territori montuosi come l’altopiano di Colfiorito, questo tipo di patata ha una forma allungata e si riconosce per la buccia color rosso opaco. Apprezzata per il sapore e la consistenza della sua polpa, può essere gustata semplicemente lessa con un po’ di sale o cotta sotto la cenere, ma è ottima anche per la preparazione degli gnocchi e per la frittura.

Tra l’altro la sua raccolta per il 2010 si sta concludendo proprio in questi giorni. “Un’opportunità non solo per le imprese agricole ma per l’intero territorio – sottolinea il presidente della Coldiretti maceratese, Francesco Fucili poiché il riconoscimento della Indicazione geografica protetta potrebbe costituire un volano di sviluppo per le aree montane”.

La patata rossa di Colfiorito è uno degli esempi dei prodotti salvati dall’estinzione grazie all’impegno degli imprenditori agricoli nel recupero delle tradizioni.

Informazioni su marcocatalani

giornalista
Questa voce è stata pubblicata in cucina. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...