Il (dis)ordine dei giornalisti

Paola, giornalista freelance del Corriere della Sera ha iniziato uno sciopero della fame. Motivo? Dopo sette anni di caccia alle notizie in strada, anziché assumere lei (o un altro precario già operativo all’interno della redazione come collaboratore) è stato assunto uno appena uscito dalla scuola di giornalismo (dell’Ordine, si suppone).

Si suppone (Paola non lo scrive) che per “scuola di giornalismo” si intende quella dell’Ordine. E non sarebbe una novità. Nemmeno per le Marche. Anziché premiare chi suda per strada, avanza chi in qualche modo foraggia un sistema, un ente che in teoria dovrebbe essere di “tutela e controllo della professione”. Controllo tanto, tutela poca, mi pare.

Questione di soldi? Vediamo che succede se tutti quelli che sono considerati giornalisti di serie B, smettono di pagare la quota annuale di iscrizione all’Ordine. Vediamo se riescono a mantenersi con le quote degli assunti e quelle dei loro cocchi della scuola. Che il sindacato si faccia sentire, se non altro per conoscere la sua posizione.

per saperne di più: http://paolacars.tumblr.com/

Informazioni su marcocatalani

giornalista
Questa voce è stata pubblicata in giornalismo. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...