5 Grappoli, le Marche scalano la classifica

La vendemmia è ormai agli sgoccioli e sulle Marche arriva una pioggia di riconoscimenti dalla guida Duemilavini 2012. Sono ben 23 quest’anno i 5 Grappoli, il giudizio massimo che i superesperti dell’Associazione Nazionale Sommelier
conferiscono ai “vini eccellenti” quelli che raggiungono una valutazione tra i 91 e i 100/100.

E la nostra regione ha di che festeggiare. Pur in quinta piazza rispetto alla classifica generale delle regioni la qualità aumenta. Nel 2011 infatti i nostri 5 Grappoli erano stati 18. Rispetto allo scorso anno la nostra regione supera la Lombardia, la Sicilia, l’Abruzzo e si attesta dietro Piemonte (93 etichette premiate), Toscana (88), Friuli Venezia Giulia (32) a un passo dal Veneto (24). Non era mai andata così bene dalla nascita della Guida.

Tra i Verdicchio dei Castelli di Jesi troviamo le conferme dei Classico Superiore Balciana 2009 di Sartarelli e San Michele 2009 di Bonci. Stessa conferma anche per il Verdicchio di Matelica Riserva Mirum 2009 prodotto da Fattoria La Monacesca. 5 Grappoli anche al Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico La Selezione Gioacchino Garofoli Riserva 2006, al Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Il Coroncino 2009 di Fattoria Coroncino e al Verdicchio dei Castelli di Jesi Brut Metodo Classico Riserva Ubaldo Rosi 2005 di Colonnara. Il Conero del rosso festeggia con Moroder e Fattoria Le Terrazze. Il primo per il Dorico, l’altro per il Sassi Neri, entrambi Riserva 2007. Sempre tra i vini rossi marchigiani troviamo  Il Pollenza 2008 del conte Aldo Maria Brachetti Peretti, la Lacrima Di Morro D’alba Superiore 2009 prodotta da Stefano Mancinelli e la Lacrima in Passito (sempre 2009) dei Conti di Buscareto.

Altre conferme rispetto al 2011 arrivano per il Maximo 2008 di Umani Ronchi, per l’Anghelos 2009 di De Angelis, il Kurni 2009 di Oasi degli Angeli, per il
Pathos 2009 di Santa Barbara, per il Solo 2009 di Dezi e per il Rosso Piceno Superiore Roggio del Filare 2008 di Velenosi. E ancora premi al l’Akronte 2007, il cabernet sauvignon della civitanovese Boccadigabbia, per i verdicchio in purezza ma con raccolta tardiva Arkezia Muffo di San Sisto 2008 (Fazi Battaglia) e Cimaio 2008 (CasalFarneto), il Lysipp 2007 di Fattoria Serra San Martino, l’Offida Passerina Vino Santo Sibilla 2006 di Le Caniette e l’Offida Pecorino Podere
Colle Vecchio 2010 di Cocci Grifoni.

Informazioni su marcocatalani

giornalista
Questa voce è stata pubblicata in vino. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...